Percorso dell'Anello Islandese

VIAGGI CONFERMATI
HofnEgilsstadir
Data: 30 Novembre 2020 00:00

Gira intorno all'Islanda attraverso la Ring Road e scopri gli affascinanti contrasti di quest'isola ­Paese.

In questa terra insulare, il fascino è infinito. Non c'è migliore opzione per conoscere i posti più noti di questo territorio che noleggiare un'auto e percorrere la Strada 1, conosciuta come Ring Road, perché percorre tutta l'islanda in forma circolare. Un percorso asfaltato di 1.330 chilometri che dà accesso a meraviglie naturali impossibili da dimenticare. Ti proponiamo un Itinerario che parte dalla capitale, la vivace Reykjavik, per girare intorno al Paese da sud, est, nord e ovest, passando per i laghi caldi e la costa disseminata di fiordi, quelle asperità geografiche che trasformano il mare in lingue di scogliere interminabili. In quest'isola, dove puoi andare a caccia di aurore boreali sentendoti un mago, potrai avvistare le balene nelle acque del sud del circolo polare artico e le foche nella laguna di Jökulsárlón. In questa terra di ghiaccio e fuoco, tra ghiacciai e vulcani, potrai visitare il parco nazionale più grande d'Europa e trasformare in realtà il romanzo di Jules Verne. Crateri, grotte, cascate, iceberg, distese di lava completano un insieme di natura incommensurabile. Senza dimenticare i piccoli villaggi di pescatori che vivono di un mare tanto freddo quanto poco incontaminato.

Percorso Anello Islandese

Partenze:

da dicembre 2019 fino a novembre 2020 Destinazioni Visitate:

Reykjavik, Selfoss, Hella, Kirkjubæjarklaustur, Höfn, Egilsstaðir, Húsavík, Akureyri, Siglufjörður, Varmahlíð, Norðurland vestra, Snaefellsnes e Borgarnes.

Categorie:

Natura, Avventura e Famiglie.

Giorno 1: Città di partenza Reykjavik

Partenza in aereo verso Reykjavik. Arrivo e ritiro dell'auto a noleggio. A seconda dell'orario di arrivo del volo, dirigiti direttamente all'hotel o, se ti avanza tempo, puoi sperimentare sul tuo corpo il potere geotermico unico dell'Islanda, con un bagno nella Laguna Blu (a 23 chilometri dall'aeroporto), prima di dirigerti verso la struttura dove pernotterai. Volendo, potrete anche realizzare un'escursione per avvistare balene, delfini e foceni dal porto di Reykjavik (attività consigliate non incluse). Di notte, la città seduce il viaggiatore con una movimentata vita notturna che si concentra nella strada Laugavegur, nei dintorni del porto e nella centrale piazza del Parlamento. In questa città l'offerta gastronomica è infinita. Puoi gustare anche la carne di balena. Pernottamento a Reykjavik.

Giorno 2: Reykjavik­ Circolo d'Oro ­Selfoss

Oggi ti proponiamo di visitare alcune delle attrazioni più interessanti e famose dell'Islanda. Nessun tour attraverso l'Islanda sarà completo senza il percorso del famoso "Cerchio d'Oro", che comprende i siti del Parco Nazionale di Thingvellir, Geysir e Gullfoss. La prima tappa, a 45 minuti di distanza, sarà lo splendido Parco Nazionale di Thingvellir, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO e uno dei siti storici più famosi. Qui si formò il primo Parlamento democratico del mondo (930). Dalla sua posizione all'interno di una valle di faglie, è visibile la separazione delle placche tettoniche nordamericana ed europea. Faglie così impressionanti come quella di Almannagjá ti faranno sentire tra due mondi. Alcune delle fratture sono piene di acqua, come quella di Nikulásargjá, dove le persone lanciano monete esprimendo desideri nella speranza che si realizzino. Segui l'Itinerario fino alla famosa zona geotermica di Geysir, a 50 minuti in auto, situata nella valle di Haukadalur. Qui, resterai sorpreso da due grandi geyser (Strokkur e Geysir), con le loro gigantesche colonne di acqua bollente che possono arrivare a varie decine di metri di altezza. Geysir arrivò fino a 122 metri durante un terremoto nel 2000, la maggiore altezza in assoluto, ma al momento è inattivo. Strokkur lancia acqua calda ogni cinque minuti, quindi lo spettacolo è assicurato. A circa 10 minuti in auto, ti aspetta un'altra delle meraviglie del Paese: la cascata di Gullfoss, con il suo famoso doppio salto di 32 metri. È una cascata in diversi livelli, di una bellezza sublime, ancor più quando sorge il sole e nel cielo infinito si dipinge l'arcobaleno. Prosegui fino a Selfoss, a un'ora di distanza. Pernottamento a Selfoss.

Giorno 3: Selfoss­ Hella­ Seljalandsfoss ­Kirkjubaejarklaustur

Oggi potrai scoprire le meraviglie della natura della costa sud, in direzione del paese di Kirkjubaejarklaustur, a due ore e mezzo di distanza. La giornata è ricca di avventure e visite, meglio alzarsi presto per poterla sfruttare al massimo. A mezz'ora di distanza, si trova Hella, piccolo paese che, in passato, era abitato da suore e che prende il nome dalle grotte vicine al fiume Ytri­Rangá. Hella è famosa per la sua vicinanza al vulcano Hekla, alto circa 1.500 metri e che alcuni credevano essere le porte dell'inferno a causa della sua elevata attività. Il poeta William Blake lo ha immortalato in letteratura, proprio come la sua produzione di roccia, la tefra, lo ha reso nella geografia islandese. Ma Hella è famosa anche per trovarsi in una zona privilegiata per osservare la magica aurora boreale in inverno. Questo fenomeno è dovuto a particelle cariche rilasciate dall'atmosfera solare, che si scontrano e creano, grazie ai diversi gas, tracce di colori incredibili nel cielo buio: verde generato dalle molecole di ossigeno, blu e viola dell'azoto. Prosegui fino alle cascate fiabesche di Seljalandsfoss, a poco meno di mezz'ora di distanza, dove potrai vivere l'esperienza di camminare proprio sotto la cascata nebulosa e visitare il bellissimo salto d'acqua DI Skógafoss, alto 62 metri e largo 25, dove nelle giornate di sole spunta l'arcobaleno. La leggenda narra che il primo colono vichingo della zona abbia sepolto un tesoro nella grotta dietro la cascata. Sali le scale e ammira il magnifico panorama. A poco più di mezz'ora di distanza, potrai vivere l'emozione di camminare con i ramponi sopra la lingua di ghiaccio del ghiacciaio Solheimajökull. (Nota: Attività facoltativa. Non incluso). Prosegui l'Itinerario fino a Kirkjubaejarklaustur, a un'ora e mezza di distanza. Regalati uno sfizio culinario accompagnato da una buona birra nazionale. Pernottamento a Kirkjubaejarklaustur.

Giorno 4: Kirkjubaejarklaustur ­Höfn 

Lasciando Kirkjubaejarklaustur, dopo un'ora di auto, si raggiunge Skaftafell, un parco nazionale che, nel 2008, è stato integrato al Parco Nazionale di Vatnajökull, il più grande d'Europa, che occupa il 14% del Paese, una zona di incredibile bellezza. Qui si trova la maggiore distesa di ghiaccio che esista al di fuori dei poli e si possono avvistare volpi artiche e molte specie di uccelli. Proprio qui si colloca il ghiacciaio Skaftafellsjökull. Le eruzioni vulcaniche al di sotto dello strato di ghiaccio possono generare un fenomeno conosciuto come jökulhlaup, che sono inondazioni glaciali. Puoi visitare la cascata di Svartifoss, che cade a fianco a una caratteristica parete di basalto. Se vuoi trascorrere più tempo in questo meraviglioso scenario, puoi continuare fino alla valle di Morsárdalur e alle vette delle montagne Kristínartindar, o prenotare un volo su aereo leggero sopra il ghiacciaio Vatnajökull. Dopo questo festival della natura, prosegui Il viaggio verso il mitico lago ghiacciato di Jökulsárlón, a 50 minuti di distanza, dove gli iceberg galleggiano sulle profonde acque blu. In inverno, le foche si distinguono tranquillamente in questa laguna che fluisce verso l'Oceano Atlantico e i cui pezzi di ghiaccio riposano sulla sabbia nera di una spiaggia, con il suo notevole contrasto. Qui sono stati girati film come "Batman Begins" e alcuni di James Bond. Prosegui l'Itinerario fino ad arrivare a Höfn, a un'ora di distanza. Questa città, il cui nome significa "porto", si trova all'estrremità di una penisola ed è famosa per la pesca delle aragoste. Una buona opzione per la cena. Pernottamento a Höfn.

Giorno 5: Höfn ­Egilsstadir

Mettiti in marcia da presto, perché la destinazione di oggi, Egilsstadir, dista oltre tre ore. Però, la distanza questa volta si trasformerà in piacere, perché il tragitto è affascinante. Questa strada costiera è conosciuta come la "strada dei fiordi", con alcune vedute spettacolari. Su questo tortuoso percorso, si succedono cascate e gole, creando un paesaggio di acqua blu e terra verde. I fiordi creano delle cartolline molto speciali. Queste strette entrate costiere di mare, che ospitano valli scoplite dall'azione dei ghiacciai, offrono immagini indimenticabilil che evidenziano il potere della natura. Dopo questo magico percorso, riposati un po' nella destinazione di oggi. Cena qualcosa di caldo e preparati per continuare a girare in questo Paese così affascinante. Pernottamento a Egilsstadir.

Giorno 6: Egilsstadir ­Ásbyrgi ­ Húsavík

Oggi continuerai verso ovest per conoscere la parte settentrionale del Paese. Parti presto perché il percorso verso la destinazione di oggi è lungo. Ti proponiamo di dirigerti prima verso Asbyrgi, a due ore e mezzo di distanza, accesso nord al Parco Nazionale di Vatnajokull. Qui potrai visitare il suo canyon, molto vicino alla costa, con tre chilometri di paesaggi indescrivibili. Questo canyon crea un ecosistema particolare dove abbonda l'acqua e la vegetazione cresce rigogliosa. Prosegui fino all'animato villaggio di pescatori di Húsavík, a 45 minuti, situato sulla costa nord, al sud del circolo polare artico. Questo è, senza dubbio, il luogo ideale per prenotare un'escursione per avvistare le balene. Anche la sua chiesa è una tappa interessante. Bianca e verde, costruita agli inizi del XIX secolo, apre ogni giorno e l'ingresso è gratuito. Questo villaggio è anche adatto per andare a caccia di aurore boreali. Pernottamento a Húsavík.

Giorno 7: Húsavík­ Mývatn­ Zona di Hverir ­Cascata di Godafoss ­Akureyri

Dirigiti verso Mývatn, considerata il gioiello del nord, che si trova a circa 50 minuti di distanza. Situata nell'Anello del Diamante, ti permetterà di godere delle sue meraviglie geotermali e vulcaniche. Mývatn è un lago vulcanico e in questo villaggio si trovano dei bagni termali con una laguna artificiale che si scalda in maniera naturale e che possiede delle acque ricche di minerali. A pochi chilometri, a circa 15 minuti di distanza, puoi visitare l'area di Hverir, con pozzi di fango bollente e camini vulcanici. È uno spettacolo. Prosegui fino a Akureyri, a un'ora e mezza, facendo prima una sosta ­ proprio a metà del tragitto (45 minuti) ­ a Godafoss, la cascata degli dei. Arriverai alla seconda città più grande dell'Islanda, anche se conta solo  20.000 abitanti. Da qui, puoi optare per un'escursione non inclusa molto interessante: puoi prenotare un'escursione o prendere un traghetto per arrivare all'isola di Hrísey, la seconda isola più grande del'Islanda, con 180 abitanti. Il suo paesaggio è bellissimo ed è un paradiso per l'avvistamento degli uccelli, tra cui il simbolo della fauna islandese: la pulcinella di mare. Luogo preferenziale è anche l'isola di Grímsey. Qui non perderti la degustazione delle cozze blu. Ricorda che le escursioni opzionali non sono incluse. Pernottamento a Akureyri. (Nota: L'isola Hrísey si trova molto vicino alla costa, in mezzo a un fiordo, di fronte a Dalvik, a circa 40 minuti da Akureyri. L'isola Grímsey si trova più lontano e non partono traghetti tutti i giorni, ma ci si può arrivare anche in aereo. La migliore opzione è Hrísey, a circa 15 minuti di traghetto, e puoi arrivarci anche da Árskógssandur. Il costo è di 20 euro per gli adulti e di 10 euro per i bambini ­ andata e ritorno ­ e si effettuano sufficienti partenze ogni giorno. Per arrivare a Grímsey in traghetto, puoi partire da Dalvik, ma solo di lunedì, mercoledì e venerdì, e si effettua un'unica partenza al giorno, alle 9 del mattino, cosa che dovrai tenere particolarmente in considerazione. Il costo del tragitto è di 50 euro e la durata di circa 3 ore. A Grímsey ti troverai nel Circolo Polare Artico. Ci sono agenzie che realizzano visite guidate in aereo, per circa 150 euro a persona).

Giorno 8: Akureyri ­Siglufjördur ­Varmahlíd ­regione di Norðurland Vestra

Partenza verso Siglufjördur, a poco più di un'ora di distanza, una piccola località di pesca del nord, situata in uno stretto fiordo, dove l'attrazione principale è il suo museo dedicato all'aringa. Ma anche le sue case dai colori vivi, che sembrano dare vita a una zona fredda, alla quale molti si avvicinano per praticare trakking o equitazione. Continua a costeggiare la penisola di Trollaskagi, dai paesaggi meravigliosi, passando per Hofsós e la sua curiosa piscina a fianco a un fiordo, e godendoti la sua acqua calda al margine delle scogliere. Prosegui l'Itinerario fino ad arrivare a Varmahlíd, a mezz'ora di distanza. Qui ti consigliamo di fare una passeggiata fino all'incantevole chiesa di Vidimyrarkirkja, costruita nel 1834 in questo piccolo villaggio di 140 abitanti, a due chilometri dal centro storico. Si accede attraverso una recinzione di legno sopra un tappeto di erba verde. Il suo tetto sembra un campo ed è visibile solo la sua facciata di legno nero. Prima di pianificare la giornata di oggi, tieni in considerazione dove si trova l'hotel dove dormirai, nel caso fosse necessario eliminare la tappa di Siglufjördur. Pernottamento nella regione di Norðurland Vestra.

Giorno 9: Nella regione di Norðurland Vestra­ Penisola di Snaefellsnes

Al mattino presto, parti in direzione della penisola di Snaefellsnes, regione nota soprattutto per il suo maestoso ghiacciaio Snaefell, situato sulla punta della penisola e che domina l'intera regione. Questa penisola è una visita obbligata, perché qui troverai una brillante sintesi di quello che potrai ammirare in questo Paese. In questo pezzo di terra sono presenti vulcani, fiordi, crateri, ghiacciai, distese di lava... Non a caso questa zona è un riferimento letterario. Lo stesso Jules Verne localizzò qui il suo “Viaggio al centro della terra”, partendo dal vulcano Snaefells, di circa 1.500 metri di altezza (inattivo dal 1219), con il ghiacciaio Snaefellsnesjökull a coprire il suo cratere. La parte occidentale di questa penisola ospita uno dei tre Parchi Nazionali dell'Islanda, di 170 chilometri quadrati, perciò il festival della natura è garantito. Nel sud della penisola, puoi visitare alcuni posti come il piccolo villaggio di Arnarstapi, conosciuto per le incredibili formazioni rocciose al lato del porto e per il suo monumento dedicato a Jules Verne. Ti consigliamo di fermarti a Hellnar, a soli sei minuti, un antico luogo di pesca con bellissime scogliere o nella magnifica spiaggia di sabbia nera di Djupalónssandur, a meno di 15 minuti, alla quale si accede da una distesa di lava che sembrerà trasportarti in un altro pianeta. Qui potrai vedere i resti di un antico naufragio, che conferiscono all'ambiente un'immagine ancora più misteriosa. Nella stessa area, troverai frammenti di metallo di un peschereccio inglese che affondò nel1948. Sempre lì vicino, c'è la grotta di lava di Vatnshellir, che significa “grotta di acqua”. (Nota. Alla grotta, aperta al pubblico dal 2011, si accede solamente con la guida. Ti suggeriamo di consultare gli orari). Qui potrai osservare formazioni di lava molto interessanti e arrivare alla zona più profonda attraverso delle scale strette, che sembrano condurti al cuore della Terra. Nella parte nord della regione, si trova Hellisandur, unico posto dal quale  potrai ammirare il vulcano Snaefells. Molto vicino, troverai villaggi di pescatori tipici dell'Islanda, come Ólafsvik, a mezz'ora di distanza, e Grundarfjördur, a mezz'ora in più di distanza. Tra i due villaggi, 10 minuti prima di arrivare a Grundarfjördur, incontrerai una deviazione verso nord, trramite la strada 54, che porta alle falde della montagna Kirkjufell. La cartolina non potrebbe essere più bella. Se non sei stanco, puoi continuare per mezz'ora fino a Berserkjahraun, un'immensa distesa di lava che puoi percorrere in auto. Pernottamento nella penisola di Snaefellsnes e dintorni.

Giorno 10: Penisola di Snaefellsnes Borgarnes Reykjavik

Svegliati in questo luogo, dove il silenzio è caratteristico, e dirigiti verso Borgarnes. Ma prima, di passaggio, ci sono alcune visite interessanti. Scopri la regione di Borgarfjördur: le distese di lava situate intorno alla cascata di Glanni, l'impressionante vulcano Grabrok e il lago Hredavatn. Arriva a Borgarnes. La sua ubicazione è spettacolare: sopra una penisola, all'interno del fiordo di Borgarfjördur, attraversato da un impressionante ponte lungo un chilometro, il secondo più lungo del Paese. Qui potrai visitare il museo della località, dedicato alla vita infantile, e il Settlement Centre, tra lo storico e l'etnografico. Anche la chiesa merita una certa attenzione, per la sua architettura tipica e il giardino botanico di Skallagrímsgardur. Nei dintorni, si trovano ghiacciai e grotte di origine vulcanica. Concludi la giornata nella capitale, a un'ora di auto, dove la sua ampia offerta culturale e gastronomica ti permetterà di ricaricare le batterie. Puoi mangiare l'agnello affumicato o arrostito, allevato in libertà e privo di ormoni, e osare con la bevanda alcolica nazionale (brennivin o morte nera), aguardiente a base di polpa di patate distillata, aromatizzata con semi di cumino. Tra un pasto e l'altro, la cosa migliore è un hot dog islandese, noto come "pylsa", accompagnato da uno "skyr" (yogurt magro, molto nutriente). Pernottamento a Reykjavik.

Giorno 11: Reykjavik

Giornata libera a Reykjavik per poter realizzare attività opzionali, per esempio quella Dentro il vulcano Thrihnukagigur. Riesci a immaginare un vulcano dall'interno? Tuffati in quest'avventura unica al mondo! Non troverai un'altra discesa guidata all'interno di un vulcano da nessun'altra parte nella Terra. Provalo, sicuramente sarà un fantastico ricordo da portarti a casa. Goditi il resto della giornata in questa città speciale. Molto vicina al Circolo Polare Artico, la capitale più settentrionale del mondo può vantare di essere una delle città più originali di tutta l'Europa. Di giorno, ci sorprende con la sua atmosfera rilassante e amichevole che invita a passeggiare tra le sue strade confortevoli e sicure, provare la gastronomia locale, frequentare i suoi incantevoli bar, scoprire le sue insolite proposte culturali nei suoi musei e gallerie, visitare i suoi negozi, alcuni tradizionali e altri di tendenza, dove potrai trovare indumenti in stile avanguardista nordico... È presente un museo etnografico molto interessante, dove ti insegneranno anche come si fa la lana. E se preferisci qualcosa di più curioso, vai al museo del pene, dove vengono mostrati i membri dei diversi animali. Qui le influenze internazionali si mischiano alle tradizioni nazionali e le impronte del passato convivono in armonia con proposte avanguardiste. Il risultato: una sorprendente atmosfera dove è possibile osservare edifici tradizionali insieme a edifici futuristici di cristallo. Un buon modo di sperimentare la vita sociale di Reykjavik è quello di recarsi in una delle numerose spa o piscine della città, per pescare salmone insieme agli abitanti del posto, giocare una partita a golf a mezzanotte, visitare i suoi musei, gallerie e teatri... Pernottamento a Reykjavik.

Giorno 12: Reykjavik ­Città di partenza

Se il tuo volo parte nel pomeriggio, ti consigliamo di esplorare Reykjavik durante la mattina e a mezzogiorno. Se non hai avuto la possibilità di visitare la Laguna Blu da quando sei arrivato in Islanda, potrai farlo sulla strada per l'aeroporto, come modo migliore per  terminare il tuo viaggio e godere di  questa popolare spa con acque fluorescenti e curative (ingresso non incluso). Il posto è spettacolare, con passerelle e ponti immersi tra i vapori sull'acqua turchese, ma solitamente è molto affollato ed è necessario prenotare per non correre il rischio di non poter entrare. Si formò nel 1976 a causa delle perforazioni nell'impianto geotermico Svartsengi per ottenere elettricità dall'acqua sotterranea, calda per le infiltrazioni di lava. La sua acqua è ricca di minerali come il silicio e il solfuro, ai quali alcuni attribuiscono poteri curativi. Presentazione all'aeroporto con anticipo sufficiente per restituire l'auto a noleggio e volo di ritorno nella città di partenza. Arrivo. Fine del viaggio e dei nostri servizi.

Servizi inclusi nel viaggio

Volo di andata e ritorno.

Soggiorno nell'hotel scelto a Reykjavik. Trattamento scelto a Reykjavik.

Soggiorno nell'hotel scelto a Selfoss. Trattamento scelto a Selfoss.

Soggiorno nell'hotel scelto a Kirkjubæjarklaustur. Trattamento scelto a Kirkjubæjarklaustur.

Soggiorno nell'hotel scelto a Höfn. Trattamento scelto a Höfn.

Soggiorno nell'hotel scelto a Egilsstaðir. Trattamento scelto a Egilsstaðir.

Soggiorno nell'hotel scelto a Húsavík. Trattamento scelto a Húsavík.

Soggiorno nell'hotel scelto a Akureyri. Trattamento scelto a Akureyri.

Soggiorno nell'hotel scelto a Norðurland vestra. Trattamento scelto a Norðurland vestra.

Soggiorno nell'hotel scelto a Snaefellsnes. Trattamento scelto a Snaefellsnes.

Auto a noleggio. Assicurazione viaggio.

Servizi NON inclusi

Probabile pagamento di un pedaggio.

Note Importanti

  • A causa della dispersione geografica degli hotel in Islanda, ti consigliamo di arrangiare l'itinerario di questo percorso in auto prendendo in considerazione l'hotel scelto per il .
  • ­ Guidare in Islanda non presenta problemi né condizioni particolari, però devi sapere che la maggior parte delle strade son di ghiaia, specialmente quelle secondarie ed interne. La neve può rendere la guida difficile in alcuni mesi dell'anno. Pertanto, consigliamo il noleggio di un veicolo Molte strade sono chiuse in inverno a causa della neve, però è proprio in questo periodo dell'anno che è possibile visitare le grotte di ghiaccio. Per tutto il viaggio, raccomandiamo di prestare attenzione ai segnali con limite di velocità, in quanto il loro superamento comporta pesanti sanzioni. Ricorda che devi tenere accese le luci ogni volta che guidi. Si consiglia l'uso del GPS e/o di una buona connessione Internet a causa della mancanza e/o della scarsa chiarezza dei segnali..
  • ­ Le stanze triple in Europa sono generalmente stanze con due letti singoli o uno matrimoniale, in cui viene collocato un ulteriore letto pieghevole per la terza persona, con conseguenti possibili Se ne sconsiglia pertanto l'uso, quando questo si possa evitare..
  • ­ Le escursioni e le visite consigliate per ciascun giorno sono indicative: il viaggiatore può progettare il viaggio secondo le proprie esigenze, in base ai suoi gusti e alle sue necessità..
  • ­ La carta di credito è considerata una garanzia, pertanto a volte il suo utilizzo è imprescindibile per poter alloggiare in un .
  • ­ Normalmente gli hotel dispongono di culla per i bambini. In caso contrario, i bambini dovranno condividere il letto con un .

­ Per il ritro dell'auto a noleggio, verrà richiesta una carta di credito (non di debito) intestata al titolare della prenotazione, il quale dovrà, inoltre, essere il conducente del veicolo.

 

Iscriviti alla Newsletter!