SAHARA IN ROSA

VIAGGI CONFERMATI
mauritania
Data: 2020-04-10 - 2020-04-20

Il costo per persona è di 1190€, esclusi i voli e il visto di ingresso da pagare all'arrivo (55€).

E' invece inclusa assicurazione medico-bagaglio.

Per ogni persona che parteciperà al viaggio verrà donato un pannello solare a una delle cooperative che incontreremo, o materiale scolastico alla scuola dell'oasi.

PROGRAMMA DI VIAGGIO

GIORNO 1:

Partenza dal'Italia e arrivo in tarda serata a Nouakchott.

Trasferimento in hotel e pernottamento.

GIORNO 2:

Partenza da Nouakchott per Akjoujt, pique nique lungo il percorso. Attraverso paesaggi diversi, tra dune e piste, si arriva all'Amatlich, celebre tappa della Parigi-

Dakar, dove le dune sembrano un budino gigantesco e sono tra le più spettacolari di tutto il Sahara, per poi sistemare il bivacco sotto le grandi dune di Azweiga.

Qui, se siamo fortunati, avremo il nostro primo incontro con delle donne del villaggio vicino, che la sera vengono ad accogliere i turisti con chiacchiere, te e

artigianato locale.

Pernottamento in campo libero.

GIORNO 3:

Dune, sabbia e tanto off-road ci regaleranno una bella giornata nel cuore del deserto ricca di sorprese.

Attraverseremo bellissimi villaggi, oasi, incontreremo nomadi, affronteremo la discesa del Tifujar dove, arrivando dall'alto, rimarrete impressionati dal paesaggio.

Giungeremo alla Vallee' Blanche di Aostane e, dopo un pranzo all'ombra delle acacie più grandi, arriveremo da Yahya e Fatimatou, una coppia di amici che ci

accoglieranno insieme alla loro famiglia, con la quale poter parlare per comprendere meglio la loro vita e la loro cultura e poter fare qualche nuova esperienza.

Cena tipica e pernottamento a Camp Erch.

GIORNO 4:

L'intera giornata di oggi la passeremo a Camp Erch, immergendoci nella vita di una famiglia nomade.

Impareremo a fare il cous cous (non a cucinarlo... ma a farlo partendo dalla base) e la kessera, il pane cotto sotto la sabbia.

Avremo modo di parlare con le donne della famiglia che ci ospita, sorseggiando comodamente i nostri 3 bicchierini di te a testa.

Il primo amaro come la vita.

Il secondo dolce come l'amore.

Il terzo forte come la morte.

Come da tradizione...

E poi le osserveremo da vicino mentre vanno alla ricerca di piante dalle proprietà curative, facendo magari visita ai vicini.

Cena e pernottamento a Camp Erch

GIORNO 5:

Dopo colazione partiremo per Maaden El Ervane, che in lingua hassanya significa Il Deposito del Sapere.

In questo villaggio, fondato nel 1975 da un erudito, oggi vivono circa 700 persone.

Isolato e incastonato tra dune meravigliose, qui viene coltivata la diversità, come ci

verrà spiegato dagli abitanti stessi.

Innanzitutto, in un paese in cui solo il 50% degli abitanti è scolarizzato, qui il 100% dei bambini ha accesso agli studi.

Si vive in totale tolleranza, senza distinzione di genere, razza o generazione.

Unico posto islamico in cui le donne possono stringere la mano agli uomini, anche se non della stessa famiglia, qui sono sorte 12 cooperative femminili. Le donne lavorano affiancate agli uomini. E i frutti del loro lavoro nei campi vengono venduti fino a 600 km di distanza.

Visiteremo le cooperative e avremo modo di parlare con le donne che le gestiscono per capire meglio come funziona questa comunità.

Cena e pernottamento a Maaden el Ervane.

GIORNO 6:

Partenza la mattina prestissimo per raggiungere l'Oasi di Terjit e la sua magica sorgente, dove ci potremo rinfrescare con un bagno rigenerante circondati dal

bellissimo canyon e dai suoi colori. Visita dell'enorme palmeto Maïreth, uno dei più grandi dell' Adrar, dove avremo modo di visitare alcune importanti cooperative

femminili di produzione di cous cous e ceste tradizionali e dove, volendo, potremo acquistare dei pezzi unici nel loro genere, o provare a farli noi...

Nel pomeriggio partenza in direzione di Chinguitti passando accanto al Monte Zarga e allungando verso la Batha di Chinguitti.

Notte in auberge tradizionale a Chinguitti.

GIORNO 7:

Oggi visiteremo la città di Chinguitti e le sue biblioteche (città storica della Mauritania, patrimonio mondiale dell'UNESCO e chiamata anche la Sorbona del

deserto, per la sua importanza culturale). 

Partenza su pista di sabbia per raggiungere il palmeto di Tenouchert, oasi perduta nel deserto, la cui gran parte è ormai sommersa dalla sabbia, e proseguimento per

Ouadane, anch'essa patrimonio mondiale dell'UNESCO, città carica di storia.

Nel pomeriggio attraverseremo la Struttura di Richat, detta anche "l'occhio d'Africa", o tradizionalmente Guelb el Richat, una formazione geologica circolare somigliante ad un cratere meteoritico dal diametro di circa 40 km.

Bivacco al centro del cratere, nei pressi dell'albero dove ha vissuto Theodore Monod.

Cena e pernottamento in campo libero.

GIORNO 8:

Via pista andremo in direzione di Atar, dove faremo una visita dell'antico sito archeologico di Azougui, antica capitale degli Almoravidi nel XI e XII secolo.

Pranzo e partenza verso il confine settentrionale della Mauritania per raggiungere Ben Amira, il terzo monolite più grande al Mondo dopo Uluru e Mount Augustus,

entrambi in Australia. Su una cima vicina, sculture moderne ornano la superficie rocciosa; alcuni dipinti più recenti e incisioni sono state trovate nei dintorni.

Cena e pernottamento in campo libero.

GIORNO 9:

Oggi seguiremo la pista lungo la ferrovia mauritana, famosa per il suo treno più lungo al Mondo, con 3 locomotori che trainano vagoni per 3 km.

Ritorneremo quindi a Nouakchott dove faremo cena e pernottamento in hotel.

GIORNO 10:

Visita di Nouakchott e del suo coloratissimo mercato.

Nel pomeriggio visita del Port de Peche e le sue piroghe adagiate sulla spiaggia.

Cena e pernottamento a Nouakchott in hotel.

GIORNO 11:

Volo di rientro in Italia.

 pdf download

 

 

 

 

Altre date


  • Da 2020-04-10 a 2020-04-20