Tour du Mont Blanc

Speciale Italia
Tour_Du_Mont_Blanc
Data: 2020-08-09

Il classico e prestigioso anello che ci svela tutti gli angoli della nostra montagna più alta, con i suoi ghiacciai e le sue pareti di granito, da cui però ci teniamo a debita distanza, camminando su facili sentieri tra pascoli e boschi di larici e abeti.

Dunque, un percorso escursionistico alla portata di ogni buon camminatore in buona forma fisica.

Abbiamo scelto la formula in 12 giorni per avere tappe giornaliere non troppo faticose e per avere il tempo di guardarci intorno.

Le tappe giorno per giorno:

G1. Viaggio di trasferimento a Courmayeur. Nel pomeriggio, salita al Rif.Bertone 1977m, punto panoramico eccezionale sul Ghiacciaio della Brenva. 2h40 di marcia.

G2. Itinerario balcone sulla Val Ferret italiana, proprio di fronte alle Grandes Jorasses, fino al Rif.Elena 2066m. 4H50.

G3. Si sconfina in Svizzera dal Petit Col Ferret 2490m e si raggiunge per la notte il villaggio di La Fouly 1593m. 4H50.

G4. Tappa di fondovalle attraverso tipici villaggi, fino ad Arpette di Champex 1650m. 4H40.

G5. Variante un po' più in quota attraverso la fenetre d'Arpette 2865m, che ci permette di scendere a Trient 1326m, “sfiorando”  il ghiacciaio omonino. 5H10.

G6. Si entra in Francia dal Col de la Balme 2191m da cui si ritorna a vedere il Monte Bianco da nord-est. Pernottamento in un simpatico posto tappa nei pressi di Le Tour 1420m.4h30.

G7. Sarebbe la tappa nettamente più lunga, ma si può “barare” prendendo qualche impianto di risalita. Spettacolare “sentier balcon”sulla valle di Chamonix, e di fronte al versante nord del Bianco, ricoperto dai più grandi ghiacciai del massiccio. Pernottamento al Ref.Bellachat 2136m, punto panoramico da non mancare! 8H50, ma riducibili a 6h30.

G8. Partenza in discesa per attraversare a 950m il fiume Arve che traversa Chamonix; poi, salita a Bellevue 1800m (il nome è già una garanzia!); quindi, discesa sul tranquillo villaggio di Bionassay 1350m. 5H30, ma si può dimezzare il tempo, prendendo una funivia.

G9. Tappa di fondovalle abbastanza lunga tra tipici villaggi dell'alta Savoia, fino a raggiungere il Ref.-Auberge Nant Barrant 1400m, sopra N.D.de la Gorge. 5H50.

G10. Salita al Col de la Croix du Bonhomme 2479m e discesa al villaggio di Les Chapieux 1550m.

Parte della tappa ricalca il sentiero del Glorioso Rimpatrio dei Valdesi del1689. 6H00.

G11. Si ritorna in Italia dal Col de la Seigne 2516m. Con breve discesa si raggiunge il Rif.Elisabetta 2200m, ai piedi delle curiose Pyramides Calcaires, e del Ghiacciaio della Lex Blanche. 5H00.

G12. Si finisce in bellezza il tour con lo spettacolare sentiero balcone sulla Val Veny, di fronte al severo e complesso versante sud del Monte Bianco, a cui fa seguito la discesa a Courmayeur 1200m, dal Col Chécrouit 1950m. 4H20.

Rifugi, hotel e posti tappa, con prezzi ½ pensione.

Rif.Bertone: €55 dormitorio - €70 cameretta.

Rif.Elena: €47 – 61.

Hotel Edelweiss (La Fouly): CHF75 – 125.

Relais d'Arpette (Champex): CHF75 -101.

Ref.Le Peuty (Trient): CHF65.

Auberge La Boerne (Le Tour): €50

Ref.Bellachat: €55

Auberge de Bionassay: €43 – 50.

Ref.Nant Barrant: €45.

Ref.de La Nova (Les Chapieux): €58 – 69.

Rif.Elisabetta: €40 – 46 (soci CAI) €48 – 54 (non soci).

 

 

 

 

Altre date


  • 2020-08-09